x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Jesi in Comune: "Stop al codice della strage"

1' di lettura
200

da Jesi in Comune
 


Anche a Jesi abbiamo depositato in consiglio comunale (con la firma congiunta di Jesi in Comune, PD, Consenso Civico e Gruppo Misto) un Odg che chiede di modificare la riforma del codice della strada voluta dal Ministro Salvini.

Un nuovo codice della strada che "incarna la dipendenza tutta italiana dall'auto privata".

Una riforma che non tutela chi è più vulnerabile, indebolendo la convivenza tra i diversi utenti della città e che sta dalla parte del più forte.

Una riforma che limita pesantemente l'autonomia delle amministrazioni locali in merito alla realizzazione di piste ciclabili, di Ztl, di aree pedonali, comportando di fatto un arresto della realizzazione di strumenti di incremento della sicurezza stradale e di contrasto alle emissioni climalteranti legate alla mobilità.

Una riforma che è stata contestata dalle opposizioni, ma, soprattutto, dalle associazioni che si occupano di mobilità sostenibile e da quelle dei familiari delle vittime della strada, che hanno organizzato in tante città del paese, compresa la nostra, un flash mob di protesta e sensibilizzazione sul tema.

Una riforma che non tiene conto del fatto che la principale causa delle collisioni è la velocità.

Insomma, una riforma tutta ideologica del Ministro Salvini e dei suoi alleati.

Una riforma che è stata già approvata alla Camera, ma che non è ancora diventata legge, per fortuna.

Allora anche a Jesi, anche con questo Odg, vogliamo chiedere a gran voce #stopalcodicedellastrage





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2024 alle 16:27 sul giornale del 30 marzo 2024 - 200 letture






qrcode