x

SEI IN > VIVERE JESI > POLITICA
comunicato stampa

Castelbellino: Uniti per Castelbellino, "Cinque anni di parole e attacchi vuoti contro i fatti"

2' di lettura
182
da Uniti per Castelbellino

Dopo anni di silenzio, non possiamo più tollerare la continua denigrazione dell'attività amministrativa. È tempo di concentrarsi sul futuro e sulle azioni positive che intendiamo intraprendere per la nostra comunità, vorremmo però prima raccontarvi alcune cose riguardanti il comportamento della minoranza nella legislatura che si sta per concludere.

La lista di minoranza ha cercato di danneggiare l'intera comunità con parole come "degrado", "sfascio" e "distruzione", puntando più sul denigrare che sul proporre soluzioni. Nonostante ciò, l'Amministrazione Comunale uscente ha continuato il suo impegno per il bene della città, portando avanti numerosi progetti e interventi di miglioramento.

La lista "Ritroviamo Castelbellino" ha dimostrato di non essere interessata alla collaborazione istituzionale e ha preferito adottare un approccio ostruzionistico.


Sono stati decine e decine gli esposti e le denunce verso tutte le Autorità competenti, e nessuna di queste ha mai portato a procedimenti sanzionatori. Nessuna irregolarità riscontrata, nessuna incompatibilità, nessun conflitto di interessi, nessun interesse personale, nulla di nulla… Solo tanto tempo perso. Una cosa sola hanno ottenuto: la loro credibilità azzerata nei confronti di tutte le Autorità coinvolte che hanno dovuto perdere tempo per pure illazioni.

Questo mette in evidenza come l'obiettivo principale del loro operato non è il bene della comunità, ma il mero scopo politico.

La minoranza di “Ritroviamo Castelbellino” ha avuto il coraggio di mettere sotto accusa e di denunciare anche molte delle associazioni che operano nel territorio a partire da: ProLoco, circoli ricreativi, Banda. Associazioni che sono la linfa vitale della nostra comunità e che hanno sempre operato in modo limpido e collaborativo con il Comune.

Ma ci sentiamo di dare un premio per la “Perla” della legislatura: la candidata Sindaco della lista “Ritroviamo Castelbellino” ha inviato una richiesta al Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica per chiedere l'ANNULLAMENTO di due bandi VINTI dal Comune di Castelbellino, bandi che avrebbero portato soldi (180 mila € e 249 mila €) nelle casse del nostro Comune e avrebbero finanziato opere pubbliche.

Ovviamente anche in questo caso le accuse sono state rimandate al mittente e i fondi sono stati assegnati al nostro Comune.

Stiamo parlando di una cittadina che si candida ad essere la “Prima cittadina” e mette in campo azioni che vanno contro gli interessi della comunità per la sua personale ambizione politica.

In estrema sintesi questo è il contributo che hanno saputo dare alla comunità negli ultimi cinque anni, va da sé che persone che si propongono con atteggiamento di questo tipo dovrebbero cambiare quanto meno il nome della lista in “Distruggiamo Castelbellino”.

Ciò che conta per noi è il futuro di Castelbellino e il benessere dei suoi cittadini. Presto presenteremo il programma e le proposte per continuare a far crescere il nostro Comune.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2024 alle 19:35 sul giornale del 08 aprile 2024 - 182 letture






qrcode