x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
comunicato stampa

"Tratti di vino”: l’arte della jesina Francesca Ballarini incontra l’enoteca Rossointenso, la mostra dall'11 aprile

4' di lettura
60

da Organizzatori


Sono i racconti di cui si nutre l’enoteca Rossointenso di Jesi e che il titolare Luca Civerchia, attento conoscitore e insaziabile esploratore di cantine e piccole realtà produttive, poi sa restituire a chi frequenta il suo spazio. Rossointenso, infatti, non è solo un’enoteca con cucina, ma si definisce un luogo di confronto sul bere bene, in cui l’uso di diversi linguaggi permette l’incontro tra punti di vista di valore ed esperienze arricchenti. Sulla scia di questa costante progettualità, da giovedì 11 aprile Rossointenso si vestirà delle opere di Francesca Ballarini (@ioenina), artista jesina che da anni collabora con il mondo del vino su tutto il territorio nazionale dando espressione sensibile e personale alle sfaccettature più mutevoli e iridescenti di questo settore.

“Bere bene vuol dire anche meravigliarsi, sorprendersi, emozionarsi e sono convinto che le opere di Francesca Ballarini ne amplifichino il senso”, dice Civerchia. “Avevo chiesto qualche mese fa a Francesca di trasformare quattro vini iconici marchigiani in quattro suoi personali racconti visivi per dare la possibilità alle persone che non conoscono la nostra regione di degustare e portare a casa anche una versione artistica dei prodotti che più ci rappresentano. Dalle quattro opere è nata poi l’idea di condividere con la comunità una narrazione più ampia di quella bellezza e poeticità che sa generare il mondo del vino e grazie a Francesca abbiamo dato vita al progetto espositivo Tratti di vino”. “Disegnare di vino, attorno al vino, per me è stato sin dall'inizio espressione libera di gioia e condivisione, come aggiungere calici a tavola”, ci spiega l’artista Ballarini.

“È una festa, un prisma di colore. Negli anni mi sono trovata a conoscere questo mondo sempre più da vicino, col tratto, chiamata con fiducia a interpretarlo, raccontarlo, come un diario di bordo, e questo mentre io stessa crescevo, mi trasformavo. È diventato quindi anche una cartina tornasole per me, dove ritrovare l'evoluzione del segno e della mia poetica nel tempo.”

La mostra sarà inaugurata e visitabile in occasione del RATATA’ FESTIVAL che si svolgerà nella città jesina dall’11 al 14 aprile, in cui verranno esposte anche le quattro opere inedite che l’artista ha creato appositamente per Rossointenso e la sua comunità winelover. “Ci auguriamo”, conclude Civerchia, “che la mostra sia un’esperienza divertente, curiosa, intima e collettiva allo stesso tempo come lo è stato per noi pensarla e realizzarla in questi mesi. E il prossimo anno puntiamo ad ampliare la serie delle opere sui vini iconici marchigiani e a realizzare un altro momento di condivisione per brindare insieme alla bellezza degli incontri”.

TRATTI DI VINO

Un grappolo diventa ballerino, un acino un volto, bottiglie binocoli. Il mondo artistico di Francesca Ballarini (@ioenina) si esprime in un’eterna metamorfosi delle cose e, come il vino, il suo disegno evolve nel tempo. Una sintonia di percorsi sfociata in un incontro spontaneo tra i due mondi, che ha dato forma alle emozioni più *cangianti* del vino e di chi lo *immagina*.

L’ARTISTA

Francesca Ballarini per brevità è chiamata Nina. Illustratrice, autrice e visual artist, disegna per teatri, festival, sistemi museali e case editrici, in Italia e all’estero. Disegna con particolare devozione il non disegnabile – il bordo pagina, i gatti perduti, le ciliegie fuori stagione, le guance tiepide del pisolino del pomeriggio – alla ricerca continua della sua poesia visiva, fatta di carta e inchiostro, pennini e pennelli, carboncini. Dove può, scrive.

IL LUOGO

Rossointenso è enoteca e degusteria, luogo di cultura del vino, spazio dedicato all’esplorazione e all’approfondimento di sapori, gusti, storie e persone che si celano in un calice o in un piatto. Rossointenso nasce per aggregare persone appassionate del buon bere e dare loro un punto di riferimento dove confrontarsi, dare e ricevere consigli, dove fare ricerca e apprendere nuove sfumature sensoriali. Perché il bere non sia una semplice abitudine, ma diventi ricerca consapevole di piccoli attimi di piacere.

ORARI DELLA MOSTRA

  • Giovedì 11 aprile 19:00 - 23:00
  • Venerdì 12 aprile 11:00 - 13:00 18:00-23:00
  • Sabato 13 aprile 11:00-13:00 18:00-23:00
  • Domenica 14 aprile 11:00-13:00 19:00-22:00




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2024 alle 16:54 sul giornale del 10 aprile 2024 - 60 letture






qrcode