x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
articolo

Trovato al parco Orti Pace con l'hashish, segnalato. Sanzionati due locali

3' di lettura
376

di Sara Santini
redazione@viveremarche.it


Nella giornata di martedì nella fascia oraria pomeridiana, personale Volanti del Commissariato di Jesi insieme alle unità cinofile antidroga della Questura di Ancona e al personale della Polizia municipale jesina, coordinate dal Dirigente Vice Questore Dr Paolo Arena, nell’alveo delle direttive impartite con ordinanza dal Questore di Ancona, Cesare Capocasa d’intesa col Prefetto Ordine Saverio, hanno attuato un servizio straordinario integrato di controllo del territorio, avente come finalità l’attività di prevenzione dei reati in materia di stupefacenti e contro l’incolumità pubblica specie in corrispondenza dei luoghi di maggior concentramento di persone provenienti da più province e regioni quali le stazioni dei bus e ferroviarie.

Con l’impiego del cane Hermes, sono state attentamente monitorate e setacciate le aree più sensibili della città ed in particolare: le fermate dei bus in Piazzale Partigiani, la stazione ferroviaria, Via Imbriani, Via Setificio, via Granita, quartiere San Giuseppe, via Roma, Orti Pace, Piazzale San Savino, Viale Cavallotti. Al contempo, sono state effettuate identificazioni a campione continuo con ispezioni e controlli in 5 esercizi commerciali , a stretto contatto coi cittadini per rendere più tangibile la percezione di sicurezza.

117 le persone identificate, di cui 15 positive ai controlli, 35 i veicoli controlli, 4 le ispezioni per gli stupefacenti di cui una con esito positivo

Gli operatori transitando per via Setificio, hanno notavano un extracomunitario nigeriano 27enne parzialmente nascosto da una pianta all’interno del parco Orti Pace. Alla vista degli agenti, l’uomo gettava per terra una cartina che veniva prontamente recuperata. All’interno vi era hashish. Si procedeva ad ispezione e controllo, rinvenendo nel portafogli una bustina in cellophane contenente altra quantità di hashish, per un peso complessivo di 0,80 grammi. Da qui, il sequestro amministrativo dello stupefacente e la segnalazione al Prefetto per uso personale.

Controllati anche 5 esercizi commerciali di cui 2 sanzionati. Scoperti 8 illeciti amministrativi per un importo di circa 3 mila euro. In particolare all’interno di un circolo privato, veniva riscontrato il mancato avviso di divieto di fumo, le pessime condizioni igieniche del laboratorio cucina, l’assenza dei requisiti di sorvegliabilità. Presso un bar, veniva riscontrata l’omessa esposizione della scia di somministrazione, l’omessa esposizione degli articoli del TULPS relativi all’attività commerciale, la mancata autorizzazione dei dehors, l’omessa compilazione delle schede di autocontrollo, la mancata autorizzazione dell’insegna, la mancata autorizzazione dell’agenzia delle dogane per la vendita alcolici.

Due denunce per il reato di violazione del divieto di ritorno. Una pattuglia Volante, procedeva al controllo in area periferica di una donna nigeriana 44enne ai fini della compiuta identificazione. La donna, in possesso di regolare permesso di soggiorno in corso di validità, risultava essere destinataria di foglio di via con divieto ritorno nel comune di Jesi per 2 anni emesso dal Questore di Ancona ancora in atto. Pertanto, veniva denunciata per violazione del divieto di ritorno con intimazione a lasciare immediatamente il comune.

Nel corso dei controlli, all’interno della stazione ferroviaria, veniva sottoposto a controllo un cittadino nigeriano (31enne) . Gli accertamenti, rivelavano lo stato di irregolarità del soggetto risultato inottemperante al provvedimento di espulsione con ordine del Questore di Ancona di lasciare il territorio nazionale emessi nel 2023. L’uomo, pertanto, veniva sottoposto a foto segnalamento, denunciato per la violazione dell’ordine e condotto in Questura presso l’ufficio immigrazione per la notifica di un nuovo ordine del Questore di lasciare il territorio entro 7 giorni.

Si è provveduto altresì ad effettuare un ulteriore controllo con l’impiego delle unità cinofile presso i giardini pubblici di Viale Cavallotti, dove vi era una cospicua presenza di giovani e e famiglie con bambini, nell’ottica della prossimità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Viber e Signal di Vivere Jesi.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale oppure aggiungi il numero 376.0319490 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio con scritto "notizie on".
Per Telegram cerca il canale @vivereJesi o clicca su t.me/viverejesi. Per Viber clicca qui. Per Signal clicca qui.


Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2024 alle 10:44 sul giornale del 18 aprile 2024 - 376 letture






qrcode