x

SEI IN > VIVERE JESI > SPORT
comunicato stampa

Ciclismo: i risultati del weekend dei ciclisti del Pedale Chiaravallese e Zero24 Cycling Team

6' di lettura
62
dal Pedale Chiaravallese

Domenica di vere emozioni dalle gare che hanno visto impegnati gli atleti del Pedale Chiaravallese, nella categoria Giovanissimi ed Esordienti, e gli Allievi e Juniores della Zero24 Cycling Team, divisi tra Marche, Abruzzo e Lazio. Non sono mancati ottimi risultati in tutte le categorie, segnale di crescita e compattezza del gruppo Domenica di vere emozioni dalle gare che hanno visto impegnati gli atleti del Pedale Chiaravallese, nella categoria Giovanissimi ed Esordienti, e gli Allievi e Juniores della Zero24 Cycling Team, divisi tra Marche, Abruzzo e Lazio. Non sono mancati ottimi risultati in tutte le categorie, segnale di crescita e compattezza del gruppo.

Giovanissimi in mtb a Fermignano
Hanno preso parte al 2° Memorial Corrado Paseri, a Fermignano, i piccoli del Pedale Chiaravallese. Una gara in moutain bike molto particolare, su un percorso attraverso le rotaie abbandonate della ferrovia. E’ possibile comprendere il divertimento e l’impegno dei Giovanissimi dalla G1 alla G6, attraverso i commenti dei diretti interessati: “Secondo me la gara è stata molto bella, tecnica e divertente, perché il giorno prima aveva piovuto ed era tutto pieno di fango. Un nostro amico che è il più piccolo ci è caduto dentro, è stato
buffo perché da un lato era pulito dall' altro sporco”. E ancora. “La gara era in una ferrovia abbandonata e si passava sopra alle rotaie in certi punti, i più piccoli si sono divertiti ma quelli più grandi si sono dovuti inventare una strategia diversa, per fortuna il fango dopo si è asciugato ed era meno difficile da superare”.
Il debutto in moutain bike dei Giovanissimi ha superato le aspettative dei tecnici, come evidenziato da Marco Caimmi, con un elogio particolare riservato a Riccardo Tognetti (G4) “che ha messo molta grinta, nonostante fosse partito nelle retrovie, e fatto un’ottima gara”. Entrambi i premi - per numero di partenti e punti conquistati da tutte le categorie - sono andati, anche questa domenica, al Pedale Chiaravallese.


Esordienti ed Allievi al il 1° Trofeo Terre Italiche-3° Trofeo Carmine Di Berardino, sabato e domenica a Corfinio e Calcara (AQ)

Gli impegni del fine settimana appena trascorso degli Allievi della Zero24 Cycling Team sono iniziati sabato 20 aprile a Corfinio con la gara a cronometro nel piccolo borgo in provincia de L’Aquila. Il brutto tempo ha fortemente condizionato le prove, caratterizzate appunto dalla estrema velocità dei singoli atleti. Teo Lancioni ha superato il meteo avverso e la strada bagnata conquistando il 2° gradino del podio del 1° Trofeo Città di Corfinio “Ove tutto nacque”, insieme ai compagni Filippo Cingolani, Tommaso Cingolani e Lorenzo
Iaconeta che hanno occupato rispettivamente dal 5° al 7° posto.
Domenica di spettacolo in terra abruzzese, proseguendo a Raiano con il 1° Trofeo Terre Italiche - 3° Trofeo Carmine Di Berardino, al quale hanno partecipato gli Esordienti del Pedale Chiaravallese e gli Allievi della Zero24 Cycling Team.
Esordienti, con partenza unica per il primo e secondo anno (111 partenti), hanno compiuto due giri da 8 km per allungare al suono della campana dell'ultimo giro, con un percorso un po' più lungo, di 11 km.
La gara, organizzata dalla scuola di ciclismo Pedale Sulmonese, ha visto equilibrio e gruppo compatto, che si è allungato a pochi km dalla fine del primo giro. Segnalati alcuni attacchi ma il gruppo si è frazionato in maniera importante con una quarantina di atleti a sganciarsi in salita, finché Stefano Maria Alessiani e altri tre atleti hanno preso il comando della gara. Il gruppo è giunto all'arrivo molto allungato. Quarto assoluto Stefano Maria Alessiani (secondo anno), ottavo della categoria primo anno Riccardo Barbini.
Il secondo start di domenica 21 aprile ha visto impegnati gli Allievi della Zero24 Cycling Team guidati dal tecnico Alberto Puerini. Partiti in 150, hanno già iniziato a darsi battaglia dopo il primo dei sei passaggi previsti per la categoria,con un tentativo di fuga al 9' dal resto del gruppo, tutto compatto.
All'ultimo giro entrando a Raiano nel terzetto di testa si è subito distinto Tommaso Cingolani. Avvincente il finale, dopo un'ora e mezzo circa di gara, quando sono sfrecciati in volata una ventina di atleti. A conquistare il gradino più alto del podio proprio Tommaso Cingolani, che ai microfoni dei giornalisti ha parlato di una “gara interessante, con una salita molto impegnativa. Sono felice per la mia prima vittoria.
Ora ci attendono due impegni importanti, il primo in casa il 25 aprile (Trofeo della Liberazione a Chiaravalle, ndr) poi Roma”. Ottima prova anche per Edoardo Fiorini (7° posto) e Lorenzo Iaconeta (8° posto).

“Estremamente soddisfatto della crono di sabato 20 aprile a Corfinio, anche se siamo stati un po’ sfortunati per la pioggia, caduta proprio quando toccava ai nostri migliori velocisti, che sono comunque arrivati davanti. Oggi, a Raiano, la gara era molto selettiva, e sono contento per l’ottima collaborazione che ho visto tra i ragazzi. Sul finale servivano gamba e intelligenza, ed è andata molto bene”, parla così un soddisfatto Puerini.
Da mercoledì 24 aprile sul canale Youtube Ultimo km ciclismo Abruzzo, e su Sky canale 222 mercoledì 1 maggio alle ore 21, sarà possibile rivivere le emozioni regalate dagli Allievi ed Esordienti al 1° Trofeo Terre Italiche (Corfinio-Raiano).

Juniores al 4° Gran Premio Città di Mentana (Roma) “La Garibaldina”
Domenica 21 aprile il quintetto della Juniores composto da Matteo De Angelis, Mirco De Angelis, Simone Sasso, Luca Spendolini e Alessandro Venanzi ha partecipato alla “Garibaldina”, nella capitale, correndo nell’impegnativo circuito di 15 km (da ripetere 7 volte) definito “mosso” per i continui sali e scendi, che non ha concesso tregue ai corridori. Nella gara intitolata all'Eroe dei due mondi, sono partiti in 78, ma solo 41 hanno terminato i 105 km previsti, dopo un continuo di scatti e controscatti delle varie squadre con una
media oraria di 41,2 km/h ed un dislivello complessivo di 1550 metri.
Buona la gara del team Zero24, con una nota speciale per la determinazione mostrata da Matteo De Angelis, rimasto tra i sette contrattaccanti al fuggitivo, che nell’ultimo giro hanno provato ad allungare sul gruppo. A 4 km dall’arrivo Matteo ha ceduto a causa di crampi alle gambe. Mirco De Angelis e Luca Spendolini sono sempre rimasti in gara, piazzandosi al 32° e 38°. Sasso e Venanzi si sono fermati prima del termine, non proprio in forma a causa di malanni di stagione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2024 alle 09:48 sul giornale del 24 aprile 2024 - 62 letture






qrcode