x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
articolo

Controlli in una casa di cura, scoperte irregolarità

2' di lettura
520

di Sara Santini
redazione@viveremarche.it


Nella pomeriggio di giovedì personale Volanti del Commissariato di Jesi, insieme alle unità cinofile antidroga della Questura di Ancona ed al personale del Dipartimento di Prevenzione AST -UOC igiene alimenti e nutrizione di Ancona, coordinate dal Dirigente Vice Questore Dr Paolo Arena, nell’alveo delle direttive impartite con ordinanza dal Questore di Ancona, Capocasa d’intesa col prefetto Ordine Saverio, hanno attuato un servizio straordinario integrato di controllo del territorio, avente come finalità l’attività di prevenzione dei reati in materia di stupefacenti e contro l’incolumità pubblica specie in corrispondenza dei luoghi di maggior concentramento di persone provenienti da più province e regioni quali le stazioni dei bus ed i parchi pubblici. 

In particolare, con l’impiego del cane Hermes, sono state attentamente monitorate e setacciate le aree più sensibili della città: le fermate dei bus in Piazzale Partigiani, Parco Mattei, ex area SMIA, Via Imbriani, Via Setificio, via Granita, quartiere San Giuseppe, via Roma, Orti Pace, Piazzale San Savino, Viale Cavallotti. Accurati controlli, sono stati effettuati anche in una casa di cura oggetto di esposto. Al contempo, sono state effettuate identificazioni a campione continuo con ispezioni, e controlli in 5 esercizi commerciali a stretto contatto coi cittadini per rendere più tangibile la percezione di sicurezza.

Sono state 112 le persone identificate, di cui 10 positive ai controlli, 35 i mezzi controllati, e 3 sanzioni per omessa revisione con sanzioni di 600 euro, 3 le ispezioni per il controllo degli stupefacenti con esito negativo, 5 gli esercizi commerciali controllati (McDonald, Penny, tabaccherie).

Nella casa di cura, in sede di sopralluogo, si accertava che lo spogliatoio risultava inadeguato, per tracce di umidità sulle pareti. Il Manuale di autocontrollo HACCP, si presentava inadeguato in quanto non era menzionata la sezione della registrazione delle temperature- Le schede di registrazione, risultavano compilate parzialmente fino al marzo scorso mentre erano assenti le registrazioni di mesi di aprile e maggio. Nei giorni festivi, la preparazione e somministrazione dei cibi, veniva gestita dallo stesso personale della struttura e veniva richiesta attestazione di avvenuta formazione. Nel complesso i locali si presentavano in buone condizioni di pulizia.

Sanzioni per illeciti amministrativi per 1000 euro.

Al fine di accrescere la percezione di sicurezza dei cittadini, nell’ottica della prossimità, si è provveduto altresì ad effettuare un ulteriore controllo con l’impiego delle unità cinofile presso i giardini pubblici di Viale Cavallotti, dove vi era una cospicua presenza di giovani e e famiglie con bambini, nonché il Parco Mattei ex Smia, via Peppino Impastato, Via Borsellino, Via Fava, Piazza Falcone, Via Saveri, Via Anconetani e Parco del Vallato, senza rilevare alcuna criticità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp, Telegram, Viber e Signal di Vivere Jesi.
Per Whatsapp iscriviti al nostro canale oppure aggiungi il numero 376.0319490 alla rubrica ed invia allo stesso numero un messaggio con scritto "notizie on".
Per Telegram cerca il canale @vivereJesi o clicca su t.me/viverejesi. Per Viber clicca qui. Per Signal clicca qui.


Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2024 alle 10:37 sul giornale del 11 maggio 2024 - 520 letture






qrcode