x

SEI IN > VIVERE JESI > CULTURA
comunicato stampa

"Avrei voluto essere un preraffaellita", alla Galleria Grida la mostra del disegnatore Marco Bianchini

2' di lettura
116

Da Galleria Grida


Da martedì 14 maggio la Galleria d’Arte Grida (via Pergolesi, 32 – Jesi) ospiterà “Avrei voluto essere un preraffaellita", mostra personale del disegnatore e fumettista Marco Bianchini.

GRIDA è un progettoo di Lucia Paciarotti e Matteo Stronati, uno spazio dedicato alla sperimentazione artistica e culturale, in collaborazione con artist* affermat* ed emergenti. Il titolo della mostra già predispone ad immaginare le opere che Marco Bianchini, affermato illustratore e fumettista a livello europeo, ha deciso di presentare per la prima volta in una mostra. In questi ultimi anni, Bianchini ha infati deciso di dedicarsi a ciò che ha sempre voluto fare, ossia dare una sua personale interpretazione di alcuni personaggi appartenenti al mondo dell’avventura e dell’erotismo a fumetti, immortalandoli in magnifiche illustrazioni a mezzatinta. Percorso artistico che lo ha portato ad incontrare il mondo del Pop Surrealism che recentemente lo ha coinvolto talmente tanto da invitarlo a percorrere un nuovo itinerario creativo…Ma questa è un'altra storia.

La mostra si divide in due esposizioni diverse che si alterneranno per rivelare la personale versione dell’avventura e dell’erotismo dell’autore. La delicatezza e la meticolosità del tratto si esaltano nelle opere esposte, l’utilizzo della china e della mezzatinta contraddistingue tutte le creazioni, rendendole uniche ed innovative e facendo di lui uno dei protagonisti della scena artistica contemporanea.

Classe 1958, Bianchini fin da piccolo dimostra la sua passione per il disegno e l’illustrazione, anche a fumetti. Una passione dopo una gavetta durata fino ai primi anni ’80, lo porta a collaborare con la più grande casa editrice italiana di fumetti, la Sergio Bonelli Editore, per la quale creerà il personaggio Kerry il trapper, scritto da Tiziano Sclavi, per poi continuare la collaborazione per altri 25 anni disegnando i più iconici personaggi del mondo del fumetto italiano: Mister No, Tex e Dylan Dog.

Dal 2005 lascia l’editoria a fumetti italiana per dedicarsi ancora oggi a quella francese per completare una carriera davvero entusiasmante, collaborando con editori del calibro di Glenat, Delcourt, Quandrant e Musardine, realizzando cartonati a colori con avventure di carattere storico ed erotico. Bianchini ha anche fondato la TheSIGN Academy a Firenze, scuola artistica tra le più riconosciute per la qualità dell’insegnamento e per i tanti talenti sfornati a carattere internazionale nei settori del Fumetto, dell’Illustrazione, della Grafica, dell’Animazione e dei Video Games.

Marco Bianchini sarà presente in galleria nelle giornate dell’esposizione per chi volesse incontrarlo. Apertura mostra Martedì 14 Maggio e inaugurazione Sabato 18 Maggio alle ore 17.30.

Orari mostra: da Martedì al Sabato 11-13 e 16.30-20. Venerdì solo pomeriggio 16.30-20.00.

Per info e aperture su appuntamento: 338 16 11 179.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2024 alle 12:06 sul giornale del 14 maggio 2024 - 116 letture






qrcode