x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Staffolo: III^ Messa Solenne Con Canto Gregoriano “In ascensione Domini”

2' di lettura
150
da associazione organistica Vallesina di Staffolo

“È passato un giorno dall’evento Messa Solenne con Canto Gregoriano “In Ascensione Domini” tenutosi presso la Chiesa barocca di San Francesco di Staffolo, e il fresco ricordo della celebrazione mi riempie al pensiero di serenità e gioia.

Come addetto alla segreteria posso dire di aver visto uno degli eventi maggiormente riusciti organizzati dall’Associazione Organistica Vallesina ODV, in cui la reale e fattiva collaborazione di tante persone ha aiutato indubbiamente l’ottima riuscita della celebrazione.” - Inizia così Luca Bracaccini il racconto del primo evento di quest’anno dell’associazione.


La gente ha iniziato a riempire la chiesa sin dalle 10.00/10.15 per arrivare a occupare tutti i posti per le 10.30, ora di inizio della Messa, celebrata da tre sacerdoti muniti di paramenti sacri: P. Ferdinando Campana Guardiano del SS. Crocifisso di Treia (MC), P. Miljenko Šteko Guardiano del Collegio Internazionale S. Antonio di Padova (Roma) e Don Sandro Carbonari parroco di Staffolo.

Prima dell’inizio della celebrazione P. Ferdinando Campana, di sua iniziativa ha catturato l’attenzione e la curiosità dei presenti offrendo un’ampia spiegazione storica/liturgica sui vari passaggi che venivano svolti dai parroci e del significato dei loro gesti.

Grazie all’opuscolo consegnato ai presenti, chiunque all’interno della chiesa ha avuto la possibilità di seguire e partecipare attivamente (anche in latino) alla Santa Messa.

E’ stata un’esperienza emozionante e stimolante. La mia prima messa in Coro Gregoriano concelebrata insieme ad altri confratelli. Sono rimasto stupito da tutta questa partecipazione.” Commenta così il parroco Don Sandro Carbonari di Staffolo

Ad accompagnare la Messa è intervenuto il Coro Tonus Peregrinus del Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro, diretto da Gabriele Gravagna, con due pezzi eseguiti all’organo Gaetano Callido opera 51/1769 dal M°Matteo Borlenghi.

Terminata la Messa, i commenti sono continuati in un momento conviviale presso il ristorante “La Grotta del Frate”, all’interno dell’ex convento.

Un ottimo risultato di squadra. Come presidente sono molto soddisfatto della partecipazione e della volontà di rivivere quelle emozioni di un tempo. Molte persone, sia dei paesi limitrofi che più lontani, si sono spostate per assistere a questa messa un po’ particolare per i tempi che corrono.” - entusiasta dichiara il presidente Fiorino Frontalini.

La preparazione meticolosa è stata fortemente voluta dal presidente e dal Direttore Artistico dell’Associazione, i quali con la loro esperienza hanno coinvolto appieno la nuova collaboratrice Giulia Maria Bastari.

Amplificazione, microfoni, fiori, preparazione della Chiesa, pulizia dell’organo sono solo alcune delle cose che sono state fatte.

Il Comitato ringrazia tutti e vi aspetta ai prossimi eventi di questa XXX Rassegna Organistica “Suoni dal Passato”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2024 alle 12:35 sul giornale del 14 maggio 2024 - 150 letture






qrcode