x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Maiolati Spontini: Celebrazioni spontiniane. Visita alla Casa Museo e concerto del coro della cittadina emiliana di Varsi

2' di lettura
296
dal Comune di Maiolati Spontini
www.comune.maiolatispontini.an.it

Il programma delle celebrazioni per i 250 anni dalla nascita di Gaspare Spontini coinvolge anche le formazioni bandistiche e musicali cittadine. Realtà che rappresentano delle risorse molto importanti per il panorama culturale dell’intero territorio e che, grazie alle collaborazioni e agli scambi portati avanti negli anni, contribuiscono a diffondere il nome di Spontini in Italia, e non solo, e l’immagine di Maiolati come borgo della musica.

È in questo contesto che nasce la visita nel nostro Comune, venerdì 17 maggio, del coro di Monte Dosso di Varsi, cittadina in provincia di Parma. Sarà una giornata di musica e di armonia, prima tappa delle iniziative programmate dal Coro Polifonico David Brunori per il 250° anniversario spontiniano, in collaborazione con il Comune.

Alle ore 21 è in programma una “Rassegna Corale” nell’abbazia Santa Maria di Moie. Con il Coro Brunori, diretto dalla Maestra Silvia Moretti, ci sarà il coro di Varsi, guidato dalla Maestra Antonia Corsini. Nel pomeriggio stesso, i componenti della corale visiteranno il Museo Gaspare Spontini e i luoghi dove è nato e morto il grande compositore maiolatese.

Una giornata all’insegna della musica e della memoria, dunque, per far conoscere il legame e l’affetto particolare di Spontini verso il suo paese natale, alla cui comunità ha donato tutti i suoi beni. E un viaggio dentro le preziose testimonianze storiche, architettoniche e artistiche, e altri frutti della sua generosità.

Un rapporto di amicizia unisce i due cori da tempo: il 17 dicembre scorso, infatti, la formazione Brunori è stata ospite a Varsi, per ricordare il corista Massimo Cacciani che molti anni fa è stato militare nel corpo dei bersaglieri con il varsigiano Umberto Illari.

«Siamo felici di cantare insieme nel nome della forza dei legami umani – afferma il presidente del Coro Brunori Luigi Cantiani – e di dare voce ai sentimenti, alla nostalgia e alla bellezza della condivisione. Sono l’eredità umana che Gaspare Spontini ci ha lasciato, con la sua visione solidale della vita e sono i valori che la nostra associazione culturale vive attraverso l’impegno corale.»

A quello di venerdì seguiranno altri appuntamenti dedicati dal Coro Brunori a Spontini durante l’anno, con particolare attenzione al mondo della fragilità che il compositore ha sempre avuto al centro della sua vita e della sua opera.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-05-2024 alle 09:42 sul giornale del 15 maggio 2024 - 296 letture






qrcode