x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Politiche giovanili, Giovanelli (Cisl): "Serve un modello condiviso di confronto e programmazione sociale"

1' di lettura
14

da Giovanni Giovanelli
Responsabile Cisl di Senigallia Jesi Fabriano


Ancora una volta le politiche giovanili tornano al centro del dibattito nel comune di Jesi e del suo territorio.

E’ importante l’annuncio dell’assessore di Jesi Marguccio Manuela ma a nostro avviso occorre convocare un tavolo di programmazione sociale che coinvolgendo tutti gli attori (pubblici e privati e terzo settore) interessati alle politiche giovanili nel comune di Jesi, coprogetti le linee e gli interventi per un nuovo welfare attento ai Giovani.

Siamo convinti che solo una forte ed incisiva programmazione possa affrontare i temi che riguardo i giovani. Non solo controllo e prevenzione ma un impegno a 360 gradi che superando iniziative che curano il sintomo e non la causa, si implementino iniziative e spazi per i giovani. Orientamento al lavoro, qualità dell’occupazione , contrasto al lavoro irregolare, spazi per il tempo libero, formazione e prevenzione sulle questioni delle dipendenze possono diventare alcuni dei caposaldi di un rinnovato welfare che accompagni i giovani in questa delicato momento sociale.

Siamo certi che grazie alla regia del sindaco e dell’assessore alle politiche giovanili si renderà fattibile l’avvio di un nuovo modello di politiche giovanili che riporti al centro i giovani con le loro esigenze e richieste. Non servono solo azioni spot come quella dei controlli per prevenire il vandalismo ma occorre prevenire il disagio in tutte le sue manifestazioni, valorizzare i giovani e promuovere una città e un territorio a misura di Giovani.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-06-2024 alle 14:26 sul giornale del 11 giugno 2024 - 14 letture






qrcode