Quantcast











...

Nelle Marche sono stati vaccinati 126.761 cittadini, l'8,4% della popolazione, ma se aggiungiamo i guariti e coloro che hanno ricevuto solo la prima dose del vaccino si raggiunge il 30,4% di parzialmente immunizzati. La strada per l'immunità di gregge è ancora lunga, ma sono stati fatti grandi passi avanti. Vediamo ora cosa è successo nelle Marche nell'ultima settimana sul fronte del Coronavirus.








...

La vita di Carlo Urbani è stata segnata dall’altruismo. Il medico originario di Castelplanio (19 ottobre 1956) sin da giovane si prodiga come volontario per diverse associazioni fino ad approdare nel 1996 a Medici Senza Frontiere. Appena laureato lavora come medico di base, poi diviene aiuto nel reparto di malattie infettive dell’Ospedale di Macerata, dove rimane dieci anni. Ma sente forte il richiamo di aiutare chi non ha nulla. Con alcuni colleghi organizza, dal 1988-89, dei viaggi in Africa centrale, per portare sostegno ai villaggi meno raggiungibili. La conoscenza diretta della realtà africana gli rivela con chiarezza che le cause di morte nel Terzo Mondo sono malattie facilmente curabili con farmaci che sono introvabili in paesi così poveri. Questa realtà lo coinvolge al punto che decide di lasciare l’ospedale, quando ormai ha la possibilità di diventare primario. Nella sua veste di consulente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per le malattie parassitarie viene mandato in Cambogia, Laos e, infine, in Vietnam dove scopre la Sars. Si dedica con coraggio alla cura e alle ricerche su questa terribile malattia respiratoria che minaccia il mondo intero. E’ perfettamente consapevole dei rischi che corre, ma il suo forte altruismo lo spinge a dire alla moglie che “Non dobbiamo essere egoisti, io devo pensare agli altri”. Urbani viene contagiato, ma fa in tempo a redigere un protocollo sanitario, quanto mai attuale durante questa crisi pandemica, per contenere un virus letale.